La chimica degli Oli Essenziali

La chimica degli Oli Essenziali

La natura da sempre ci regala soluzioni per migliorare a 360° il nostro stile di vita, gli oli essenziali sono la soluzione che personalmente ha funzionato meglio!.
Non basterebbe un articolo per elencare le occasioni in cui, ogni giorno, gli oli essenziali mi vengono in aiuto: sono così pratici ed efficaci.

Ma non è questo il focus di oggi!

Oggi voglio condividere con Voi una riflessione ed il mondo meraviglioso che ho scoperto in seguito ad essa.
Siamo tutti concentrati sulle proprietà degli oli essenziali, su come usarli ma vi siete mai domandati che ruolo hanno gli oli essenziali in natura?
La natura, nel suo equilibrio è perfetta per definizione, nulla è lasciato al caso e nulla è prodotto solo per l’uomo anche se, a volte, ci piace pensarlo.

Nella prima parte del libro Chimica, biochimica e meta chimica degli oli essenziali ho trovato
risposte affascinanti; finalmente gli scienziati hanno iniziato a studiare, non solo le proprietà farmacologiche degli oli, anche il motivo per cui vengono prodotti.
Deve trattarsi sicuramente di un motivo importante: da sempre, infatti, gli oli essenziali vengono chiamati “Anima” o “essenza” della pianta stessa.

Gli oli essenziali, definiti anche come il sangue vitale della pianta, hanno un vero e proprio effetto sul suo metabolismo: circolano attraverso i tessuti e penetrano la membrana delle cellule trasportando all’interno i nutrienti e portando all’esterno i prodotti di scarto.

E’ ben nota la loro capacità di favorire l’ossigenazione delle cellule e di detossificare, nonché la loro azione di pulizia e rinnovamento sul liquidi interstiziale che favorisce, a sua volta, un processo di rinnovamento profondo.
Importante è anche l’azione chelante degli oli essenziali nei confronti di metalli tossici e altre tossine, azione completata da una funzione di incremento della resistenza nei confronti della tossicità indotta da queste sostanze; uno studio americano condotto in Bulgaria ha dimostrato come alte concentrazioni di metalli pesanti presenti nel terreno, come cadmio, piombo, manganese e zinco, non portino alla presenza di questi metalli nell’olio essenziale.

Potremmo brevemente riassumere scrivendo che gli oli essenziali si prendono cura della pianta e la buona notizia è che gli oli essenziali quando utilizzati su un essere umano agiscono nello stesso modo.

Esistono molte teorie sulle funzioni svolte dagli oli essenziali nella pianta ed ancora oggi molte delle funzioni rimangono un mistero; sappiamo però che oltre a prendersi cura della pianta gli oli la proteggono e lo possono fare in molti modi:
– Uccidono virus, batteri, funghi e parassiti che potrebbero nuocere
– Allontanano insetti, rettili uccelli ed erbivori che potrebbero divorare l‘intera pianta.
Gli oli essenziali agiscono anche da erbicidi impedendo ad altre piante di crescere troppo vicine, evitando così un eccessiva competizione per la luce o i nutrienti presenti nel suolo.
Pensate che alcuni arbusti essudano un olio attraverso le radici proprio per prevenire la germinazione di altre piante all’interno del loro diametro di sopravvivenza e che le piante sane di pomodoro quando vengono attaccate da alcuni vermi secernono un olio volatile che attira alcune specie di vespe che si nutrono proprio dei vermi, liberando così le piante dal loro assalto.

Gli oli essenziali proteggono anche le piante che abitano ambienti ostili, modificando l’ambiente circostante: alcune piante del deserto ad esempio contengono oli in grado di creare un micro-clima più umido e con una temperatura di parecchi gradi inferiore.
Le Smoky Mountains negli USA devono il loro nome ad una sorta di “fumo” che sembra avvolgere la vegetazione, questo fumo in realtà è costituito dalle micro gocce degli oli essenziali che vengono prodotti dalle piante e che avvolgono come una coperta le vallate preservando l’umidità e rendendo l’aria purissima.

Studiare la natura per aiutare il nostro pianeta, ad oggi in difficoltà, è quello che stanno facendo sempre più scienziati
Gli esempi citati sono solo alcuni tra le migliaia di casi; la relazione che si viene a creare tra un olio essenziale e la sua pianta, con insetti e altri animali amici, sono temi oggi allo studio degli scienziati per identificare forme di lotta biologica per l’agricoltura che ci consentirebbero di evitare l’uso massaccio dei prodotti chimici impiegati.

L’equilibrio esistente in natura è magia pura e gli oli essenziali ne sono parte sostanziale.
La natura e gli Oli Essenziali sono temi inesauribili e tanto ho ancora da condividere con voi a questo proposito.
Vi aspetto, quindi, come sempre sul mio blog per raccontarvi altre importanti informazioni.
Chiara

Chiara Mazzetta
Chiara Mazzetta
chiara@chiaragoodlife.com