Gli Oli Essenziali in cucina

Gli Oli Essenziali in cucina

Sapete che 1 goccia di olio essenziale di menta equivale a 27 tazze di tisana alla menta?
Paragone che fa riflettere e che ci fa capire quanto gli oli essenziali siano potenti; da qui l’idea per questo articolo assolutamente a favore dell’uso degli oli essenziali in cucina ma con consapevolezza.
Gli oli essenziali, dono dalla natura, possono essere usati in ogni piatto, dolce o salato che sia, purchè siano rispettate queste 3 regoli di base:
1) scegliere solamente oli essenziali naturali e puri, garantiti come adatti all’uso alimentare ( i miei affezionati food supplement).
2) non esagerare mai con le dosi, attenetevi a ricette fidate e tenete a mente che possono bastare anche solo 1 o 2 gocce dell’olio essenziale da voi scelto per insaporire un piatto o una bevanda.
Gli oli essenziali sono naturali ma non sono innocui: ecco perché è strettamente necessario aggiungerli alle ricette con la massima attenzione e con parsimonia.
3) Non aggiungere gli oli essenziali direttamente al piatto: hanno bisogno di un vettore per potersi amalgamare bene alle vostre preparazioni
Definite le regole ecco alcuni suggerimenti per riuscire a seguirle:
Per dosare gli oli essenziali, anche se la bottiglietta è dotata di contagocce, usate un contagocce a parte: questo accorgimento vi permetterà di non esagerare con le dosi di prodotto.
Per amalgamare gli oli essenziali alle preparazione, considerato che non sono idrosolubili (cioè non si sciolgono in acqua) ma liposolubili, diluiteli prima in una sostanza grassa come ad es: olio extravergine di oliva, sale, zucchero, miele, sciroppo d’acero, yogurt, panna, burro vaccino e le creme vegetali.
Ad esempio se anche a voi, come a me, piace una bella l’insalata (magari con finocchio, sedano, mela…) aromatizzata agli agrumi, potete aggiungere 1 / 2 gocce di olio essenziale al limone o all’arancia all’olio extravergine di oliva e poi usare la miscela per condire la vostra insalata.
Stesso ragionamento per aromatizzare lo zucchero o il miele…ad esempio per una profumata tisana.
Per capire come scegliere l’olio adatto per i tuoi usi alimentari contattami o chiedi al tuo erborista di fiducia
Detto questo, perché usare gli oli essenziali in cucina?
Ecco i miei 4 buoni motivi:
• Giocando sulle varie note aromatiche puoi legare i profumi ai sapori e creare cibi sempre nuovi e sorprendenti..
• Gli oli essenziali regalano qualcosa in più ai nostri piatti, rendendoli più morbidi e digeribili, creando equilibrati abbinamenti .
• Grazie alle note aromatiche sapientemente miscelate tra loro è possibile lasciarsi trasportare in un’esperienza sensoriale per saziare la mente oltre che lo stomaco
Ed in fine perché creano armonia a tavola e apertura verso il prossimo.
Buon viaggio nel gusto
Ti aspetto al prossimo appuntamento
ChiaraGoodLife!!!

Chiara Mazzetta
Chiara Mazzetta
chiara@chiaragoodlife.com